San Vito Al Tagliamento è situato in Provincia di Pordenone (Friuli occidentale), collocato in una zona fertile

della pianura, sulla destra del fiume Tagliamento nasce nel XII secolo e la sua storia è legata strettamente a quella del

Patriarcato di Aquileia.

 

 

 

 

MONUMENTI DA VISITARE:

  • TORRI SCARAMUCCIA E RAIMONDA: Per volere del Patriarca Raimondo della Torre, risalgono al 1200. Una totale ristrutturazione ha riportato la torre all’impianto originale che ne sottolinea la destinazione militare. Fornita di un ponte levatoio principale e uno secondale per il passaggio dei pedoni. Oggi è sede espositiva per mostre e manifestazioni d’arte.

  • SANTUARIO MADONNA DI ROSA:

Anticamente Chiesa di San Vito cambia nome grazie ad un evento speciale quando nel 1655 Giacomo Giacomuzzi nel  1649, per la sua famiglia numerosa, ricostruì una nuova abitazione portandosi dietro un riquadro di ciottoli di fiume, dov’era raffigurata in una facciata una bellissima Madonna con in braccio un bimbo. Dato che durante l’abbattimento della vecchia casa, il quadro cadde ma non si ruppe, Giacomuzzi, colpito dall’accaduto, se lo portò dietro per appenderlo all’entrata della sua nuova abitazione.

Il 2 febbraio 1655 l’ apparizione della madonna alla figlia di Giacomo, mentre stava pregando.

Il padre, dopo il racconto della figlia, non venne creduto da nessuno se non da un frate della chiesa di San Vito (Padre Vitale Vitali) che dopo vari consensi da superiori, apportò l’affresco nella chiesa.

Nel 1800, su progetti di un architetto sanvitese, la chiesa ebbe miglioramenti immediati e divento il Santuario della Madonna di Rosa.

Nel  Marzo del 1945 l’ultimo bombardamento la quale venne distrutta nuovamente la chiesa ma miracolosamente l’affresco rimase intatto.

Nel dopoguerra, venne ricostruito il santuario, la quale è luogo di molti pellegrini di tutto il mondo.

Tutt’ora ci sono testimonianze di varie apparizioni della Madonna.

Comments are closed.

 
Booking online by Hotel.BB